Città Sant’Angelo

Città Sant’Angelo fa parte del prestigioso club dei borghi più belli d’Italia.

Il borgo angolano si erge fiero su un colle, da cui tutto sembra dominare e nulla temere, ed è immerso in un panorama suggestivo con lo sguardo indeciso tra il profilo regale della “bella addormentata”, quello solenne della Majella e l’orizzonte libero del Mare Adriatico.

 

Un po’ di storia

Le origini di Città Sant’Angelo sono incerte e ancora oggi di difficile definizione.

Le prime notizie certe che riguardano il borgo risalgono al 1239 quando, per essere rimasto fedele a Berardo II conte di Loreto, fu distrutto per volere di Federico II.

Ricostruito l’anno seguente, Città Sant’Angelo partecipò alle vicende dei territori abruzzesi, divenendo oggetto di scambi e compravendite tra i feudatari e i nobili che, di volta in volta, mutavano interesse nei confronti delle zone limitrofe.

Nel 1814 Città Sant’Angelo fu centro della rivolta contro Gioacchino Murat ma l’insurrezione, a cui avrebbero dovuto partecipare altre città abruzzesi le quali invece decisero infine di non ribellarsi, fu piegata dalle truppe murattiane guidate dal generale Pepe.

La città angolana entrò a far parte del Regno d’Italia e nel 1860 elesse il deputato Francesco De Blasiis, che nel 1867 assunse l’incarico di Ministro dell’Agricoltura, Industria e Commercio nel governo di Rattazzi.

Suo malgrado, la cittadina ebbe una parte anche nelle tristi vicende della Seconda Guerra Mondiale, quando tra il 1940 e il 1944 i locali dell’Ex Manifattura Tabacchi furono adibiti a campo di concentramento, con 200 posti letto destinati sopratutto a uomini di nazionalità jugoslava.

Attualmente, l’Ex Manifattura Tabacchi è sede del Museo Laboratorio d’ Arte Contemporanea di Città Sant’Angelo.

 

A spasso nel borgo

Il corso principale attraversa il borgo e sfila innanzi alle splendide chiese, ai monumenti e ai palazzi nobiliari offrendo, di tanto in tanto, scorci romantici che si aprono improvvisi lungo i vicoli stretti del centro.

La prima meraviglia che si incontra è la Collegiata di San Michele Arcangelo, del 1353, con il suo campanile alto ben 48 metri: uno splendido porticato diviso in due atri ospita il portale, finemente decorato e recentemente restaurato, attraverso cui si accede all’interno; l’edificio è composto da due navate di epoca barocca che custodiscono, tra le altre cose, una grande statua lignea di San Michele risalente al XIV secolo, un coro ligneo del XVII secolo, i resti di un pulpito alto-medioevale in pietra, realizzato tra il VII e l’VIII secolo.

La chiesa di San Francesco, risalente al 1300 e ristrutturata dopo i terremoti del 1706 e 1730, è parte del convento che ospita gli uffici del comune e si presenta in stile barocco con il pavimento a mosaico e il campanile a pianta quadrata tipicamente quattrocentesca. Dietro la chiesa si trova una romantica piazzetta su cui si affaccia l’ingresso del Teatro Comunale, un tempo refettorio del vicino edificio religioso, ma dal 1856 adibito all’attuale funzione di teatro.

Santa Chiara presenta una struttura architettonica seicentesca e dimensioni piuttosto ridotte che lasciano dedurre fosse utilizzata esclusivamente dalle religiose ospitate nel convento attiguo.

La chiesa di Sant’Agostino si riconosce per la candida scalinata che si apprampica fino a raggiungere il portale sovrastato da una statua del santo. Composta da una sola navata, essa è attualmente utilizzata come auditorium ma, molto probabilmente, fino a prima del 1239 anno di distruzione della città, nella zona retrostante era presente anche un castello.

Fuori dalle mura antiche e oltre le porte della città, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova originaria del XIII secolo, custodisce una reliquia del Santo donata dalla Basilica di Padova e le reliquie di San Felice martire.

 

Guarda la photo gallery di Città Sant’Angelo

 

Foto di Maria Orlandi

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. più info

Cookie Policy La presente cookie policy ha lo scopo specifico di illustrare i tipi, le modalità di utilizzo nonché di fornire indicazioni circa le azioni per rifiutare o eliminare i cookie presenti sul sito abruzzoinarte.it, se lo si desidera. a. Cosa sono e come vengono utilizzati i cookie I cookie sono stringhe di testo inviate da un web server (per es. il sito) al browser Internet dell’utente, da quest’ultimo memorizzati automaticamente sul computer dell’utente e rinviati automaticamente al server a ogni occorrenza o successivo accesso al sito. Per default quasi tutti i browser web sono impostati per accettare automaticamente i cookie. I siti web utilizzano o possono utilizzare, anche in combinazione tra di loro, le seguenti categorie di cookie, suddivisi in base alla classificazione proposta nel Parere 04/2012 relativo all’esenzione dal consenso per l’uso di cookie emesso dal Gruppo di Lavoro ex art. 29 in ambito comunitario (reperibile qui:http://ec.europa.eu/justice/data-protection/article-29/documentation/opinion-recommendation/files/2012/wp194_it.pdf#h2-8): di “sessione” che vengono memorizzati sul computer dell’utente per mere esigenze tecnico-funzionali, per la trasmissione di identificativi di sessione necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito; essi si cancellano al termine della “sessione” (da cui il nome) con la chiusura del browser. Questo tipo di cookie evita il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti; “persistenti” che rimangono memorizzati sul disco rigido del computer fino alla loro scadenza o cancellazione da parte degli utenti/visitatori. Tramite i cookie persistenti i visitatori che accedono al sito (o eventuali altri utenti che impiegano il medesimo computer) vengono automaticamente riconosciuti a ogni visita. I cookie persistenti soddisfano a molte funzionalità nell’interesse dei navigatori (come per esempio l’uso della lingua di navigazione oppure la registrazione del carrello della spesa negli acquisti on line. Tuttavia, i cookie persistenti possono anche essere utilizzati per finalità promozionali o, persino, per scopi di dubbia liceità. I visitatori possono impostare il browser del computer in modo tale che esso accetti/rifiuti tutti i cookie o visualizzi un avviso ogni qual volta viene proposto un cookie, al fine di poter valutare se accettarlo o meno. L’utente è abilitato, comunque, a modificare la configurazione predefinita (di default) e disabilitare i cookie (cioè bloccarli in via definitiva), impostando il livello di protezione più elevato. Queste due tipologie di cookie (di sessione e persistenti) possono a loro volta essere di “prima parte” quando sono gestiti direttamente dal proprietario e/o responsabile del sito web di “terza parte” quando i cookie sono predisposti e gestiti da responsabili estranei al sito web visitato dall’utente. b. Come funzionano e come si eliminano i cookie Le modalità di funzionamento nonché le opzioni per limitare o bloccare i cookie, possono essere effettuate modificando le impostazioni del proprio browser Internet. È possibile inoltre visitare il sito, in lingua inglese, www.aboutcookies.org per informazioni su come poter gestire/eliminare i cookie in base al tipo di browser utilizzato. Per eliminare i cookie dal browser Internet del proprio smartphone/tablet, è necessario fare riferimento al manuale d’uso del dispositivo. Per maggiori info si faccia riferimento anche all’ottima guida Google: https://www.cookiechoices.org/ c. Elenco dei cookie presenti sul sito web abruzzoinarte.it Come riportato sub a), i cookie possono essere oltre che di sessione e persistenti anche di terza parte.Questi ultimi ricadono sotto la diretta ed esclusiva responsabilità dello stesso gestore e sono suddivisi nelle seguenti macro-categorie: Analytics. Sono i cookie utilizzati per raccogliere e analizzare informazioni statistiche sugli accessi/le visite al sito web. In alcuni casi, associati ad altre informazioni quali le credenziali inserite per l’ accesso ad aree riservate (il proprio indirizzo di posta elettronica e la password), possono essere utilizzate per profilare l’utente (abitudini personali, siti visitati, contenuti scaricati, tipi di interazioni effettuate, ecc.). A titolo esemplificativo, Google Inc. per avere informazioni statistiche di tipo aggregato, utili per valutare l’uso del sito web e le attività svolte da parte del visitatore, memorizza le informazioni raccolte dal cookie, su server che possono essere dislocati negli Stati Uniti o in altri paesi. Google si riserva di trasferire le informazioni raccolte con il suo cookie a terzi ove ciò sia richiesto per legge o laddove il soggetto terzo processi informazioni per suo conto. Google assicura di non associare l’indirizzo IP dell’utente a nessun altro dato posseduto al fine di ottenere un profilo dell’utente di maggiore dettaglio. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori. Widgets. Rientrano in questa categoria tutti quei componenti grafici di una interfaccia utente di un programma, che ha lo scopo di facilitare l’utente nell’interazione con il programma stesso. A titolo esemplificativo sono widget i cookie di facebook, google+, twitter. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori. Advertsing. Rientrano in questa categoria i cookie utilizzati per fare pubblicità all’interno di un sito. Google, Tradedoubler rientrano in questa categoria. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori. Web beacons. Rientrano in questa categoria i frammenti di codice che consentono a un sito web di trasferire o raccogliere informazioni attraverso la richiesta di un’immagine grafica. I siti web possono utilizzarli per diversi fini, quali l’analisi dell’uso dei siti web, attività di controllo e reportistica sulle pubblicità e la personalizzazione di pubblicità e contenuti. Il blog utilizza Google Analytics ANONIMIZZATO: i cookie analytics sono considerati tecnici se utilizzati solo a fini di ottimizzazione e se gli IP degli utenti sono mantenuti anonimi. Informiamo l’utente che questo sito utilizza il servizio gratuito di Google Analytics. Ricordiamo che i dati vengono usati solo per avere i dati delle pagine più visitate, del numero di visitatori, i dati aggregati delle visite per sistema operativo, per browser, ecc. Questi parametri vengono archiviati nei server di Google che ne disciplina la Privacy secondo queste linee guida. Il codice utilizzato perrendere anonimi gli IP con Google Analytics è il seguente: ga(‘set’, ‘anonymizeIp’, true); Interazione con social network e piattaforme esterne Pulsante +1 e widget sociali di Google+, Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook, Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter e Pulsante di LinkedIn per la condivisione. Utilizzano: Cookie e Dati di utilizzo. Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.) Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ (tra cui i commenti) sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.) Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.) Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Luogo del trattamento : USA –Privacy Policy Pulsante e widget sociali di Linkedin (Linkedin) Il pulsante e i widget sociali di Linkedin sono servizi di interazione con il social network Linkedin, forniti da Linkedin Inc. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di navigazione ed utilizzo. Luogo del Trattamento: USA – Privacy Policy Altri cookies paypal: snippet html utilizzato per le donazioni Luogo del Trattamento: ITA – Privacy Policy viglink: snippet html utilizzato per monetizzare sui contenuti utilizzando determinate parole chiave con rimando a Merchant. Luogo del Trattamento: USA – Privacy Policy

Chiudi